Attività cliniche

CAVeAT è acronimo di Cohort of Amici Venetians for Antiretroviral Treatment.

La Coorte nasce da una stretta, volontaria e partecipata condivisione di interessi tra Colleghi infettivologi di alcuni ospedali del Veneto.
La Coorte è costituita dai pazienti con infezione da HIV, naive alla terapia, arruolati e seguiti dai Colleghi, a far data dal 2004.
La sua consistenza al 30 aprile 2015 è di 2344 soggetti. Principali oggetti di interesse sono lo studio delle caratteristiche del virus della immunodeficienza umana (HIV) in soggetti alla diagnosi di infezione, dei correlati demografici, della efficacia della terapia antiretrovirale di prima linea, delle caratteristiche dei reservoir di HIV e della viremia plasmatica residua, delle co-infezioni con HHV-8, HPV, HCV.
Gli studi sono stati fino ad oggi tutti di tipo osservazionale; nessuna predeterminazione su tempi e natura degli interventi terapeutici è stata mai concepita, per evitare condizionamenti rispetto alla gestione dei pazienti nei singoli centri.
Sono però in programma studi di natura più interventistica, essendo stato giudicato ormai maturo il momento di applicare su pazienti specifici alcuni interventi scientificamente giustificati e frutto delle ricerche originali eseguite.
Gli infettivologi che partecipano alla Coorte sono

Padova, Dipartimento di Medicina Molecolare dell'Università, Saverio Parisi,
Monica Basso, Carlo Mengoli, Giorgio Palù;

Padova, Azienda Ospedaliera, Malattie Infettive, Renzo Scaggiante, Marzia Franzetti;

Belluno, Malattie Infettive, Ermenegildo Francavilla;

Santorso, Malattie Infettive, Roberto Ferretto;

Treviso, Malattie Infettive, Maria Cristina Rossi, Rodolfo Fuser, Mario Giobbia;

Venezia, Malattie Infettive, Sandro Panese;

Verona, Centro per le malattie diffusive della ULSS-20, Mario Cruciani;

Vicenza, Malattie Infettive, Vinicio Manfrin.

Si tratta della più vasta esperienza di collaborazione tra differenti reparti di Malattie Infettive del Veneto, per l'ampiezza delle qualificate adesioni, per la durata nel tempo, per le ricadute assistenziali, per la qualità dei risultati ottenuti e pubblicati.
La Coorte ha celebrato convegni annuali, tematici, con una formula volutamente seriale, nel giugno del 2012 (CAVeAT 2012), del 2013 (CAVeAT 2013), del 2014 (CAVeAT 2014), del 2015 (CAVeAT 2015), del 2016 (CAVeAT 2016). Il 6° Compleanno è previsto per giugno 2017 (CAVeAT 2017).  Nel 2015 e nel 2016 sono inoltre stati organizzati tre convegni seriali sulla terapia per HCV.

Il lavoro fatto e tutt'ora in corso è stato riportato nelle pubblicazioni elencate. Nei lavori nn 4, 5, 6 e 8 si fa esplicita menzione alla Coorte CAVeAT